Tag Archives: mountain bike

SITO IN AGGIORNAMENTO – Tipi di mountain bike

Esistono molti tipi di mountain bike, che corrispondono all’incirca alle attività comprese nel mountain biking. La classificazione è particolarmente granulare e difficilmente netta. Per questo, anche se è utile avere dei termini convenzionali da usare, è più importante conoscere i fattori che principalmente differenziano un modello dall’altro: la geometria del telaio, l’escursione delle sospensioni, e il tipo di componenti che monta.

Cross country

Sono mountain bike sviluppate appositamente per le competizioni di cross country, la cui enfasi sulle salite e il mantenimento di una alta media di velocità richiedono biciclette leggere ed efficienti. Negli anni ’80 e primi ’90 le mountain bike da XC avevano telai leggeri in acciaio e forcelle rigide. Durante gli anni ’90 si sono evolute, passando a telai in alluminio e forcelle ammortizzate (generalmente 80-100 mm). Con il miglioramento delle tecnologie e l’uso di compositi in carbonio, anche nell’XC si è iniziato ad usare biciclette biammortizzate con escursioni leggermente maggiori, specie nel caso di competizioni marathon che richiedono lunghe permanenze in sella.

Il peso di una bicicletta da cross country può scendere sotto gli 8 kg. La geometria, che pone il ciclista in posizione molto avanzata, favorisce l’arrampicata e la reattività (cioè una rapida risposta ai colpi di pedale) e tralascia la stabilità e le capacità discesistiche, quindi non necessita nemmeno di freni particolarmente potenti, che tra l’altro sarebbero più pesanti. Possono essere monocorona, in particolare se destinate a biker allenati. Le ruote da 29″ trovano un utilizzo ideale su queste biciclette. Per la loro semplicità sono disponibili anche in versioni particolarmente economiche, ma il peso può arrivare anche a 15 kg.

All mountain

Bicicletta da all mountain

Le biciclette da all mountain sono dedicate alla disciplina ricreativa nota anche come cicloescursionismo. Si tratta di un compromesso fra doti di pedalabilità, discesa, affidabilità e comodità. Generalmente sono full suspended con escursioni (regolabili) di 140-150 mm, hanno una forcella con steli da 32 mm, un peso di 12-15 kg, una geometria stabile quanto basta per una discesa non competitiva e che permette al biker di arretrare per superare tratti ripidi, ma che non pregiudica la pedalabilità in salita. È comune una guarnitura doppia con bash ring, con rapporti corti per affrontare lunghe salite. Le ruote da 27,5″ sono candidate ideali per un mezzo da all mountain. Strette parenti di queste biciclette sono quelle da trail e da enduro.

Le biciclette da trail sono una via di mezzo fra full da marathon e da all mountain. Le escursioni sono intorno ai 130 mm e condividono l’affidabilità delle all mountain, tuttavia sono più orientate alla pedalabilità e meno alla discesa. Il peso non supera i 13 kg.

Si segnala che in questo ampio segmento non sono rare biciclette in acciaio a sola ammortizzazione anteriore, dette in certi casi front da enduro.

Enduro

Le mountain bike da enduro sono simili alle all mountain, ma in genere si tratta di mezzi da competizione. Hanno generalmente 160 mm di escursione, perni passanti alle ruote e forcella con steli da 34 o 36 mm per la maggior rigidità richiesta, ammortizzatore posteriori con piggyback, possono essere monocorona e hanno un peso paragonabile a quello delle all mountain. Per le ruote si sceglie fra il formato da 27,5″ e 26″.

Freeride

Le mountain bike da freeride sono destinate al gravity, generalmente da bike park. Facendo affidamento a risalite meccanizzate (impianto a fune o furgone) la pedalabilità non è quasi mai una necessità, al contrario della robustezza e, secondariamente, delle doti in discesa. Le sospensioni di circa 180 mm sono prevalentemente a molla, il telaio e l’allestimento le rendono capaci di subire gli abusi della disciplina. Le ruote, da 26″, sono larghe e robuste e i pesi possono variare. Alcuni infatti preferiscono montare componenti più leggeri per poter occasionalmente pedalare in salita; si parla in questi casi di freeride leggero.

Downhill

Bicicletta da downhill

Le mountain bike da downhill sono sviluppate intorno all’omonima competizione, una gara di discesa a tempo su tracciati variabilmente veloci e tecnici. Devono sostenere velocità molto alte, per cui hanno una geometria molto stabile, con passo lungo e angoli di sella e sterzo molto distesi. La forcella è a doppia piastra generalmente a molla, con steli da 40 mm perché rimanga rigida nonostante i 200 mm di escursione. Si sperimentano anche sospensioni ad aria, perché la leggerezza è un fattore importante per le biciclette da downhill: meno inerzia significa più accelerazione e soprattutto frenate più corte. Anche le ruote e il resto dei componenti infatti non sono votati completamente alla robustezza come nelle biciclette da freeride, ma sono un compromesso con il peso. Il formato delle ruote è generalmente da 26″.

Altri

Una solida dirtbikeAltri modelli di mountain bike sono destinati a particolari usi: trial, four-cross, street (molto simili alla BMX), dirt jump. A parte le prime 2, particolarmente specializzate, le altre si somigliano molto, essendo per lo più front piccole e robuste destinate a compiere evoluzioni.

Sandra Klomp al Rally di Sardegna Bike – SoloBike.it

Anche la campionessa Sandra Klomp sarà presente alla settima edizione del Rally di Sardegna bike che si disputa in Sardegna nello splendido scenario dell’Ogliastra dal 8 al 14 giugno. La notizia è stata confermata dalla stessa atleta di origine olandese ma residente in Liguria, che in questi utimi anni ha vinto le più impegnative e significative competizioni, gareggiando con successo in Italia, Olanda, Brasile, Austria, Spagna e Australia e meritandosi l’appellativo di campione dei due mondi.Indubbiamente è una donna tenace, grintosa, solare e dinamica. E’ madre di tre figli ma questo non l’ha di certo ostacolata nel corso della sua brillante carriera sportiva.Il suo curriculum sportivo ha inizio nel 1989 quando in sella ad una mountain bike vince tutte le gare regionali alle quale partecipa e un anno dopo ottiene il quarto posto al Campionato Italiano ed è 36^ al Campionato del Mondo. Sarà un susseguirsi di trionfi come la sua prima vittoria alla Transalp ed il sesto posto alla Rock d’Azur; quindi l’incredibile escalation all’Ironbike dal 2001. Nel 2005 vince la Transcatalunya in Spagna e il rally del Piocera in Brasile.

Nel 2006 si aggiudica il Marathon Tour amatore, il Savoia Classic ed un prestigioso secondo posto al Crocodile Trophy in Australia. Nel 2012 vince la GimondiBike e nel 2013 la Vuelta a Ibiza . Nello stesso 2013 a Grumello del Monte in occasione della Valcavallina Superbike, in un tratto di discesa, la Klomp subisce sfortunatamente un impatto violento al ginocchio sinistro con un concorrente che la stava superando! . Purtroppo le verrà diagnosticata la rottura del crociato, del menisco e una piccola lesione ai legamenti che la obbligherà a sottoporsi ad un’operazione e a uno stop dalle gare per sei mesi.Per il 2014 il ritorno al Rally di Sardegna Bike sarà una grande ed entusiasmante sfida per “la mamma volante”, ormai così ribattezzata da tutti, che la vede come favorita nelle cinque tappe sulle montagne da Arzana a Barisardo.

La Klomp, infatti, è già stata protagonista in Ogliastra come atleta nel 2009, poi come apripista negli anni successivi. “È una terra che conosco ormai da tempo e che amo” – Così sostiene l’atleta ormai diventata sardo-olandese- “Spero veramente di vincere questo rally che si svolge in un paesaggio così affascinante e suggestivo per tutti coloro che come noi affrontano sterrati, mulattiere e sentieri tutti da scoprire. La mountain bike ti permette di conoscere la natura dove e come nessun altro mezzo può fare”.

“Sandra è sicuramente la favorita” – dice Vittorio Serra l’atleta sardo reduce dalle più massacranti gare del mondo – “Quanto a me dovrò difendere i colori della Sardegna e non sarà facile.

Raduno dei ciclisti della “Sardinia Bike School”: sono sempre di più – Casteddu on Line

Sempre più ciclisti in giro per Cagliari. Chi per lavoro chi per svago, chi per evadere dai problemi di tutti i giorni, e chi per una questione economica. La bici ormai viene utilizzata da molti cagliaritani, anche a livello agonistico. Lo dimostrano i sessanti iscritti alla Scuola di Mountain Bike e Ciclismo “Sardinia Bike School”, nata a Cagliari otto mesi fa. Domenica scorsa, 2 marzo, il raduno nelle scalette di Bonaria.

“Negli ultimi anni l’utilizzo della bicicletta – spiega Maurizio Cherchi, fondatore della scuola – ha avuto una crescita esponenziale in tutta Italia, non è da meno Cagliari tant’è vero che i cagliaritani hanno riscoperto il piacere della passeggiata in bicicletta, vuoi il fatto di voler evadere dai problemi di tutti i giorni, vuoi la crisi che fa si che si preferisca il casco alla cintura di sicurezza, l’amministrazione comunale in accordo con queste esigenze ha realizzato le prime piste ciclabili a Cagliari che hanno permesso spostamenti più rapidi per i gli amanti delle due ruote.

Stesso discorso vale per gli sportivi, l’incremento dell’attività agonistica e della manifestazioni sportive di diverse discipline (Mountain Bike, Ciclismo, Triathlon) ha fatto si che il livello degli atleti crescesse sempre di più e da questa esigenza è nata la Scuola di Mountain Bike e Ciclismo “Sardinia Bike School” , la società che ha aperto i battenti a luglio 2013 e, a neanche un anno di distanza, annovera tra le sue fila sessanta iscritti delle diverse discipline. La Scuola, con i suoi corsi di guida per tutti i livelli e tutte le età, si prefigge l’obiettivo di insegnare tutte quelle tecniche di guida necessarie per poter utilizzare la bici in tutta sicurezza e qualora l’allievo avesse necessità, tramite diversi step, con un avanzamento di livello e tecnica sempre maggiore”.

Instagram Sardegna: Esplorando la Sardegna in Mountain Bike… ma non solo! – Blogosfere (Blog)

Instagram Sardegna: Buon lunedì e buon inizio di settimana, eccoci anche oggi con l’atteso appuntamento dedicato allemigliori foto fella nostra amata Sardegna pubblicate su Instagram negli ultimi sette giorni (taggate #igersardegna e scelte dallo staff di Instagramers Sardegna). Anche stavolta spazio a tanti scorci bellissimi, a tanti spunti per le nostre gite e – dopo free climbing e cavallo – ad un altro mezzo tutto green per continuare ad esplorare la Sardegna in lungo e in largo, la bicicletta (escursioni in mountain bike).

Come d’abitudine ecco prima le didascalia e poi la galleria fotografica completa!

1) Un classico, la luce calda e soffusa di Alghero prima del tramonto – @filippez;

2) Suggestivo scorcio del Gennargentu – @barbaricina;

3) Tutta la bellezza della Sardegna in bassissima stagione, foto scattata lungo il percorso che passa sopra le falesie a nord di Capo Figari (Golfo Aranci), a due passi dal mare della bella Cala Moresca e dall’isola di Figarolo (sullo sfondo) – @cristiandel;

4) Ecco la Basilica di Sant’Antioco, ex-cattedrale di Bisarcio, è una delle più grandi chiese romaniche della Sardegna. Si trova su un’altura di origine vulcanica in un sito campestre molto isolato del comune di Ozieri (SS), a metà strada tra i paesi di Ardara e Tula (SS) – @claudio_p;

5) Questo è “Su Crastu de Santu Eliseu“, (la pietra di Sant’Elia), si tratta di una domus de janas scavata all’interno di un’enorme masso al cui interno si trovano varie stanze e finestre che fu riutilizzato in età cristiana come luogo di culto. Siamo in territorio di Mores – @peraloss;

6) Il mare, la vela, la mountain bike e le caprette… è proprio Sardegna 🙂 – @cristiandel;

7) La spettacolare vallata di Lanaitto (o Lanaittu, Lanaito, Lanaitho), tra i comuni di Dorgali e Oliena (NU), tutta la magia della Sardegna – @thed4ndi.

8) Eppure non dimenticheremo facilmente questo novembre triste, anche a Natale in tanti hanno scelto di “farsi in quattro” per regalare qualcosa a chi a perso tutto, foto dal mercatino natalizio di Telti (OT) – @giupinna.

Foto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain BikeFoto Instagram: Esplorando la Sardegna in Mountain Bike

Seguire questo blog su Facebook, Twitter, Google+e Instagram!

LINKS UTILI:

Instagramers Sardegna: Pagina ufficiale

Instagram Sardegna: Esploriamo la nostra isola, dal Free Climbing al Trekking a Cavallo!

Instagram Sardegna: Tra Nuraghi, Domus de Janas e Paesaggi autunnali!

Instagram Sardegna: Aspettando Dicembre… a Funghi, a Pesca, in Gita, a Passeggio!

Instagram Sardegna: Dal Fango agli Arcobaleni… alla Neve!