Aru: “Contador attento, . ti sfido così” – IS in Sardegna

Test in galleria del vento e allenamenti specifici per migliorare nella crono: il duello verso il Giro è già iniziato. Debutto in Oman, la novità-classiche





Link

Copia



GalleriaAru nella galleria del vento della Specialized

SHARE

Sì, si può. Per Fabio Aru, nuova stella del ciclismo mondiale, battere Alberto Contador al Giro, per quanto sia estremamente difficile, è possibile. Però, e c’è poco da girargli attorno, per riuscirci il sardo dell’Astana deve migliorare a cronometro perché il 23 maggio, da Treviso a Valdobbiadene, ci si giocherà la maglia rosa. Quel giorno la sfida sarà di una durezza estrema, 60 chilometri contro il tempo che possono segnare una carriera, non solo una classifica. In salita, del resto, Aru ha già dimostrato di essere all’altezza dello spagnolo. Vi ricordate le tappe di San Miguel de Aralar e Monte Castrove alla Vuelta? Nella prima mise in fila Valverde, Rodriguez, Contador e Froome. Nella seconda, l’ordine d’arrivo alle sue spalle fu Froome, Valverde, Rodriguez e Contador. Vittorie che arrivarono grazie a dati eccezionali, cioè due scatti in salita a oltre 600 watt di picco a distanza di 90″ uno dall’altro, e che, assieme a quella di Plan di Montecampione al Giro, lo hanno trasformato da promessa italiana a grande realtà internazionale per le corse a tappe. Persino lo stesso Contador, al quale Aru s’ispira, dopo queste prestazioni, lo consacrò: “Il futuro è suo. E’ lui il mio erede”.

ALLA VUELTA

Aru, che trionfo: dalla sfida con Froome all’abbraccio con Martinelli

circuito —

“Lo so – afferma Aru – ora devo migliorare a crono perché quella tappa sarà il crocevia del Giro. Indietro non posso guardarmi, quello che ho fatto è azzerato perché acqua passata non macina più”. Dello stesso parere Maurizio Mazzoleni, allenatore con Paolo Slongo del team kazako: “Non c’è dubbio che ora Fabio debba fare uno step nella confidenza con la bici da crono. Nella sua programmazione settimanale ci sarà un allenamento dedicato. Ma non nel giorno di scarico, Fabio ha bisogno di fare lavori specifici di qualità. Intanto abbiamo studiato un circuito da fare “dietro motore” in Brianza, tra Galbiate, Oggiono e Bevera, adatto al nostro scopo”. Il primo passo, però, è stato un altro. A fine stagione Aru è andato in California per test aerodinamici nella galleria del vento della Specialized. “Durante il secondo ritiro di squadra (a Calpe dal 4 dicembre) sfrutteremo l’occasione per andare in pista ad Alicante – prosegue Mazzoleni -. Quello sarà un momento importante per abbinare i dati raccolti in California (teorici, ndr) con quelli pratici su pista. In base ai risultati stabiliremo i lavori specifici”. Allenamenti che toccheranno più caratteristiche. “Dalla crono di Saltara al Giro 2013, passando per quella di Barolo, del Grappa e la prima della Vuelta, le sue prestazioni sono andate migliorando – continua Mazzoleni -. In più Fabio è giovane e atleticamente in crescita. Logico che dobbiamo lavorare su tutto: postura, tenuta muscolare alla posizione e resistenza alla potenza a livelli submassimali”.

Al GIRO

A Montecampione è un super Aru

primo amore —

Da lunedì sera Aru è in ritiro con la squadra a Montecatini Terme e ieri, nella prima uscita si è dedicato al suo primo amore, la mountain bike. In compagnia di Nibali, Tiralongo e del neoacquisto Rosa, ha pedalato quasi un paio d’ore sulle colline esibendosi anche in salti da fare di oltre mezzo metro. “Come fate a saperlo?”, dice ridendo. Spie. Le quali ci hanno detto che, contrariamente all’anno scorso, il “sole” delle vacanze non gli ha più schiarito i capelli. Altra risata: “Altrimenti Nibali si arrabbiava ancora”. Ferie che ormai sono “un ricordo lontano. Con Valentina (la fidanzata, ndr) sono stato in Messico, a Cuba e Santo Domingo, il posto che mi è piaciuto di più: mare bellissimo, pace, relax. Ne avevo bisogno. In Messico mi sono trovato pure Martinelli nell’albergo a fianco. Mi ha controllato anche lì, eppure sono andato lontano (scherza, ndr). Quando lo incrociavo tenevo il respiro e dentro la pancia, mi sembrava di essere Checco Zalone. Però, e questo è vero, ho preso solo un paio di chili. Poi a casa non ho perso neanche un giorno tra palestra e bici. Quando piove? Esco lo stesso, i rulli mi ammazzano di noia. Se non sono proprio costretto non li faccio”.

tour o vuelta —

Oggi la prima giornata importante, perché nel pomeriggio Fabio si troverà con lo staff tecnico per decidere il programma. Salvo sorprese, il suo debutto sarà in Oman a febbraio, poi Parigi-Nizza. La sua primavera, dopo un periodo d’altura, per arrivare al via del Giro con più giorni di corsa rispetto ai 13 del 2014, dovrebbe prevedere due gare a cui Aru tiene molto e che rappresentano per lui una novità: Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. Un punto interrogativo sui Paesi Baschi, ma è più si che no, e uno sul Trentino dove la partecipazione sarà decisa in base alla necessità. E l’estate? Beppe Martinelli, il team manager, non ha ancora perso la speranza di schierarlo al Tour al fianco di Nibali, e anche Aru è favorevole a questa ipotesi. Ma ci sono controindicazioni che il team sta valutando. La prima, che l’accoppiata ad altissimo livello Giro-Tour è quasi impossibile. La seconda, che Aru in questi mesi è già chiamato a due notevoli sollecitazioni e cambiamenti: miglioramento a cronometro e debutto nelle Classiche delle Ardenne. Quindi, al di là del fatto che anche alla Vuelta uno squadrone come l’Astana si deve presentare competitivo, chiedere ad Aru, che in fondo è pur sempre alla terza stagione vera da pro’, un ulteriore cambiamento potrebbe essere un rischio eccessivo.

Astana, Guardini sprint . Nibali e Aru in mtb – IS in Sardegna

Cure idropiniche per Vinokourov. È iniziato a Montecatini il ritiro della formazione kazaka. Gasparotto ha firmato con la belga Wanty Group

PREMI

È Nibali uno dei “Capitani dell’Anno”

Nibali e Aru con Tiralongo e il neoacquisto Diego Rosa in mountain bike. quasi due ore di divertimento in fuoristrada sulle colline attorno a Montecatini Terme mentre Alexandre Vinokourov, accompagnato da alcuni dirigenti kazaki, si è dedicato alle cure idropiniche. Guardini, con un altro gruppetto, è uscito con la bici da strada e davanti all’hotel ha fatto la prima volata dell’anno. Per i più curiosi: 1.100 i watt espressi.

ambiente sereno —

È cominciato così, questa mattina, il primo giorno di ritiro dell’Astana, 30 corridori (di cui 10 nuovi) e una trentina di persone dello staff. Nel pomeriggio, invece, le prime visite di idoneità e i test su alcuni materiali e sull’abbigliamento tecnico. L’ambiente, secondo alcuni osservatori neutrali, pare molto sereno come se la questione relativa alla revisione della licenza ProTeam imposta dall’Uci non esistesse. Questa sera, invece, è in programma la prima riunione. Vinokourov prenderà il microfono e, c’è da scommetterci, garantirà ulteriore tranquillità al gruppo.

via gasparotto —

Del raduno non fa parte Enrico Gasparotto che dopo cinque stagioni con l’Astana, tre vittorie tra cui quella dell’Amstel Gold Race del 2012, passa alla belga Wanty Group: è il quinto italiano della formazione Professional dopo Danilo Napolitano, Mirko Selvaggi, Simone Antonini e Marco Marcato. Un dato curioso: dei cinque neoacquisti della squadra tre sono italiani, Antonini, Gasparotto e Marcato.

Svizzera, le vacanze in Engadina – Quotidiano.net

 Hotel da favola in una delle valli più famose e meritatamente celebrate del mondo: l’Engadina.

L’Engadina  è una valle di montagna nel canton Grigioni, in Svizzera. È una delle valli abitate più alte d’Europa ed è lunga 80 km. Traccia la prima parte del percorso del fiume Eno e si divide in due parti molto distinte tra loro (Alta e Bassa Engadina), che sono separate dalla Punt’Ota (ponte alto). St. Moritz e Pontresina sono le località più amata dagli sciatori che amano la mondanità e il lusso. In particolare St. Moritz, con le sue strade dove si affacciano le vetrine  dei negozi <griffati>, è un paradiso per chi ama lo shopping. E naturalmente le sue piste innevate fanno la felicità degli sciatori.

Kempinski Grand Hotel des Bains St. Moritz festeggia i 150 anni di turismo in Svizzera.

 

Una veduta invernale dell’Hotel

Un albergatore svizzero mise, nel 1864, la pietra miliare per il turismo invernale nelle Alpi e fu una vera e propria scommessa. Scommise infatti, con i suoi ospiti inglesi, che l’inverno in Engadina sarebbe stato soleggiato come l’estate – e vinse. Da allora St. Moritz è la culla del turismo invernale alpino. E l’anniversario sarà celebrato il prossimo inverno 2014/15 con molti eventi unici.

Con il pacchetto sci-d’apertura, all’inizio di dicembre, il Kempinski Grand Hotel des Bains St. Moritz inizia a celebrare il giubileo d’inverno. Per sottolineare l’anniversario, lo Chef Axel Rudlin e il suo team di cucina, stanno creando una serie di delizie culinarie che si ispirano alla storia gourmet di 150 anni, rinnovate secondo standard odierni. E poi c’è lo sci, il centro benessere e, dopo una sosta culinaria al bar del Kempinski, la navetta dell’hotel condurrà gli ospiti fino al grande evento dell’anniversario con i concerti all’aperto di Xavier Naidoo. Un programma ampio con una sfilata di moda Bogner ed una gara di sci nel cuore di St. Moritz saranno alcuni degli altri eventi del weekend di apertura.

“Celebriamo due anniversari di 150 anni. Nell’estate del 2014 è stato il compleanno della nostra struttura ed ora è quello del turismo invernale”, spiega Reto Stöckenius, Direttore Generale dell’hotel cinque stelle. “Un ospite non può assaporare meglio lo spirito pionieristico, per cui St. Moritz è famosa. Può sperimentare il mix di eventi tradizionali e attuali, dalle attività sportive e sostenibili alle proposte più convenienti degli hotels.”

s-moritzL’inverno 2014/15 offre corsi tradizionali di telemark o di curling, di skeleton e bob su pista – sull’unica pista di ghiaccio naturale al mondo, voli panoramici sui siti storici, concerti di musica classica, varie mostre e letture fino alla versione inglese del Gourmet Festival e il Lake -Dance-, la festa sfavillante sul ghiaccio. Naturalmente i classici come Polo sulla neve e le famose corse di cavalli White Turf, saranno parte importante della stagione invernale.

150 anni di turismo invernale – le offerte

Il pacchetto Ski-Opening comprende:

• Due pernottamenti in camera doppia e un upgrading garantito per la stanza di categoria immediatamente superiore

• Cena dei 150-anni nel ristorante Les Saisons

• Aperitivo e “piatto d’autore” presso il Kempinski bar prima del grande evento dell’anniversario che inizia il 6 dicembre

• Due biglietti del concerto open-air di Xavier Naidoo nel cuore di St. Moritz.

• Il servizio navetta per la Cerimonia di Apertura

• Eccellente colazione a buffet

• Kempinski skipass

• Voucher di CHF 50 e accesso gratuito alla Spa Kempinski

• “Late check out”, secondo disponibilità, servizio e tasse (IVA escl. tassa di soggiorno)

Prenotabile 5-07 Dicembre, a partire da CHF 1.390 per due 2 persone

Romantica gita in carrozza

Romantica gita in carrozza

Il pacchetto Giubileo comprende:

• Tre notti in camera doppia Classic, compresi benvenuto giubileo e champagne e l’eccellente colazione con specialità regionali e internazionali.

• Buono giubileo omaggio di CHF 150 *

• Romantica passeggiata in carrozza attraverso St. Moritz, con vista sull’idilliaco paesaggio invernale; “una grande attrazione”

• Il clou culinario è la cena di 3 portate presso l’Enoteca, una delizia mediterranea con vini selezionati e relative bevande

• Lo skipass di 3 giorni consente ore infinite sulle piste di St. Moritz

• Su richiesta: trasferimento in limousine prenotabile dall’aeroporto di Zurigo o Milano

A partire da CHF 1.986 per 2 persone, in upgrade di categoria a seconda della disponibilità, prenotabile su richiesta e soggetto a disponibilità. * Voucher rimborsabili con ristoranti e bar e la Spa del Kempinski Grand Hotel des Bains (non in denaro).

Il lago di St. Moritz

Il lago di St. Moritz

Il Kempinski Grand Hotel des Bains si trova proprio sulla sorgente di St. Moritz, a pochi minuti a piedi dal famoso lago con accesso diretto alle piste e ai sentieri per mountain bike a Corviglia. Nelle 184 camere e suite, il servizio è sempre ottimo, un esempio? servizio in camera 24 ore e servizio di portineria, servizio di baby sitter e menù speciali per bambini e bagni con pavimenti riscaldati. C’è solo l’imbarazzo della scelta: ristoranti premiati, l’area alpina Kempinski The Spa con piscina coperta e sauna che si affaccia attraverso grandi vetrate su uno splendido paesaggio, negozio di articoli sportivi & scuola di sci e sale con luce diurna per l’attrezzatura tecnica completa.

Kempinski Grand Hotel des Bains Via Mezdi 27 • 7500 St. Moritz • Switzerland, T +41 (0)81 838 30 34 • F +41 (0)81 838 30 69 • M +41 (0)79 77 40 866,  www.kempinski.com/stmoritz

Reine Victoria a St. Moritz Bad

L’esterno del Reine Victoria

Il Reine Victoria, a St. Moritz Bad, a 200 metri dagli impianti di risalita, è un palazzo d’epoca ristrutturato con eleganza e comfort, mantenendo gli elementi e il fascino degli alberghi svizzeri di fine ‘800. Il luogo giusto per vivere intensamente Saint Moritz e questo angolo incantevole di Engadina, che quest’anno celebra il 150° anno di turismo invernale.

L’Hotel dispone di due ristoranti, due bar, sale meeting fino a 220 posti, teatro-discoteca, un attrezzato centro wellness, ski room con possibilità di vendita skipass e scuola sci; fra i servizi, il Deluxe Service con particolari vantaggi su prenotazione e compresa nella quota delle suite, Birba club, parcheggio, Wi-fi e servizio lavanderia.

Le tariffe partono dai 112 euro e c’è la possibilità delle offerte speciali: Prenota prima: sconto del 10% per le prenotazioni confermate entro il 30/11/204; Settimana bianca: sconto del 5% per soggiorni di minimo 6 notti dal 11/01 al 31/03/2015.

Hotel Schloss a Pontresina

Pontresina

Pontresina

A Pontresina l’Hotel Schloss è un castello fortezza completamente ristrutturato che si affaccia sulla valle e i maestosi ghiacciai della catena del Bernina. Punto ideale per gli amanti dello sport sulla neve e per chi desidera viziarsi con le esclusive proposte del suo modernissimo wellness Center. La vicinanza alla nota Saint Moritz, che quest’anno celebra i 150 anni di turismo invernale, moltiplica le occasioni di eventi e mondanità.

L’Hotel dispone di due ristoranti, sala meeting, ampio e attrezzatissimo centro wellness, ski room con possibilità di vendita skipass e scuola sci

Fra i servizi: il Deluxe Service con particolari vantaggi su prenotazione e compresa nella quota delle suite, Birba club garage, room service, Wi-fi e servizio lavanderia.

Le tariffe partono dai 93 euro e c’è la possibilità delle offerte speciali:

Prenota prima: sconto del 10% per le prenotazioni confermate entro il 30/11/204

Settimana bianca: sconto del 5% per soggiorni di minimo 6 notti dal 11/01 al 31/03/2015

Info:

www.th-resorts.com; prenotazioni: Tel. 049 2956414

g. b.

24/11/2014


Caldo eccezionale per Novembre in Sardegna, stracciato il record mensile della … – Meteo Web

domenica 23 novembre 2014, 23:46

Altro che autunno, in Sardegna è esplosa la primavera. L’afflusso di masse d’aria sub-tropicali continentali, più calde ma anche piuttosto umide, dall’entroterra desertico algerino, ha fatto schizzare i valori termici su valori da tarda primavera in diverse località della Sardegna occidentale. In particolare fra il sassarese e l’oristanese dove, complici anche i tiepidi venti di scirocco, che spiravano dalle aree interne dell’isola verso la fascia costiera, i termometri hanno varcato la soglia dei +25°C +26°C, ma con picchi estremi isolati fino ai +27°C, enfatizzati da locali effetti “favonici” che si sono sommati ai tradizionali moti discendenti che caratterizzano il promontorio anticiclonico dominante sul bacino centrale del Mediterraneo. Su tutti spiccano gli eccezionali +27.0°C registrati dalla stazione dell’Aeronautica Militare di Capo Caccia, che rappresentano niente meno che il nuovo record di temperatura massima mensile, per Novembre. Con i +27.0°C odierni la stazione di Capo Caccia ha letteralmente stracciato il precedente record di caldo mensile di +25.0°C, risalente al 19 Novembre 2009. Di ben +2.0°C.

#50 LOST CITIZENS – Tentazioni della Penna (Comunicati Stampa) (Registrazione)

#50 LOST CITIZENS

  • Email
Dettagli
Categoria principale: Ritagli
Pubblicato Martedì, 18 Novembre 2014 14:30
Scritto da www.viewster.com
film

Fino al prossimo 27 novembre sarà possibile guardare e votare on line il film Lost Citizens, di Sebastiana e Carla Etzo. Il documentario partecipa infatti a #VOFF4 un festival internazionale on line promosso su www.viewster.com, sito che offre la visione di numerosi film e serie tv, gratuitamente o on demand, anche su smartphone.

Guardare il film, condividerlo su facebook, su twitter, sugli altri social network, o commentarlo, sono i modi per votarlo. Infatti vincerà il concorso chi ottiene maggiori accessi e interazioni con la pagina. «L’organizzazione ha stabilito che il premio in palio per il vincitore, 20.000 dollari, sarà devoluto a una organizzazione non governativa, la Urban Light, che lavora con i ragazzi vittime di sfruttamento», spiega Sebastiana Etzo e aggiunge: «Il nostro lavoro nasce da una campagna di finanziamento “dal basso”: hanno contribuito alla sua realizzazione, anche con piccole somme, le persone realmente interessate al nostro lavoro. Con questo concorso tutti hanno la possibilità di vedere il film e dire quello che pensano. Una modalità di fruizione molto democratica in linea con il nostro progetto».

Ecco le istruzioni per votare:

• Collegarsi al sito www.viewster.com e digitare Lost Citizens sul motore di ricerca oppure accedere al video direttamente dal link: http://www.viewster.com/movie/1286-18977-000/lost-citizens/;

• Guardare il video di Lost Citizens;

• Condividerlo su Facebook o su Twitter:

• Commentarlo;

• Invitare i propri contatti a votarlo

«In questi giorni le lotte per il lavoro in Sardegna sono tornate alla ribalta e Lost Citizens appare purtroppo ancora attuale, nonostante le riprese siano stare realizzate ormai quasi due anni fa», sottolinea Carla Etzo. Al centro del film c’è infatti la crisi del lavoro nel Sulcis Iglesiente raccontata da padri e figli impegnati ogni giorno nella faticosa tutela dell’occupazione o nella ricerca di un posto che permetta loro un’esistenza dignitosa e “normale”. Ma il patto generazionale sembra lacerarsi, mentre una politica industriale miope fatica a trovare soluzioni a breve termine. In questo contesto, le lotte operaie e le proteste dei lavoratori, seppur sempre più frammentarie, sono percepite dai protagonisti come fondamentali per la difesa del diritto al lavoro.

SCHEDA: AUTORI E COLLABORAZIONI

Lost Citizens nasce da un’idea di Sebastiana Etzo, sarda trapiantata a Londra, animata dalla volontà di capire e raccontare quello che accade nel Sulcis Iglesiente: con il suo passato minerario questo territorio rappresenta la culla della più antica working class isolana, oggi considerato una delle province più povere d’Italia ma anche emblema dei cambiamenti del mercato del lavoro, della precarizzazione, delle conseguenze della delocalizzazione che generano un’incertezza lavorativa e il progressivo indebolimento dello stato sociale. Il film ha ricevuto una menzione d’onore al SaMo Indie, festival indipendente californiano ed è in concorso al Foggia film festival.

Sebastiana Etzo: africanista e sociologa di formazione, vive a Londra e lavora principalmente come ricercatrice freelance e consulente per lo sviluppo internazionale. Ha ampiamente studiato problemi di disuguaglianza, diritti socio-economici e dei movimenti sociali in Africa sub-sahariana. Attualmente collabora con una organizzazione internazionale che fornisce servizi legati alla salute riproduttiva delle donne. Questo è il suo primo film documentario.

Carla Etzo: giornalista professionista, vive a Cagliari e ha collaborato con il principale quotidiano sardo “L’Unione Sarda” e con testate nazionali come “Repubblica Salute”. Si occupa di comunicazione e uffici stampa e ha lavorato per diversi enti pubblici. Al momento cura la comunicazione per un progetto europeo di implementazione dei servizi del lavoro della Provincia del Medio Campidano.

Vincenzo Rodi è un regista e cameraman freelance con una consolidata esperienza con le TV locali sarde e con i media nazionali. Ha scritto e prodotto diversi documentari e cortometraggi e recentemente ha vinto il primo premio al Festival Internazionale del Cortometraggio Botanico (Cernobbio, 2012) con il film “Ortuabis”.

Marco Messina è musicista, produttore e compositore. Tra i fondatori dei 99 Posse negli anni 90, ha creato con i Retina.it, l’etichetta Mousikelab, diventando un punto di riferimento per la scena elettronica italiana. Nel 2009 compone, con Massimiliano Sacchi, la colonna sonora de “La bocca del lupo”, documentario di Pietro Marcello, prodotto dalla Indigo Film e vincitore di molti premi tra cui il David di Donatello (miglior documentario) ed il Torino Film Festival (miglior film).

Marco Della Monica, ha curato il suono di Lost Citizens insieme a Marco Messina con cui ha collaborato a diversi progetti (insieme hanno lavorato al suono di “Una montagna di balle” (2009) per la regia di Nicola Angrisano dedicato alla questione dei rifiuti e dei veleni della Campania).

Sinossi: Lost Citizens racconta la crisi del lavoro nel Sulcis-Iglesiente, una delle province più povere d’Italia. Una politica industriale miope e opportunista ha compromesso il patto tra generazioni. Senza certezze sul loro futuro, padri e figli faticano a trovare una dimensione di lavoro e di vita equilibrata. Sullo sfondo le lotte proletarie, sempre più frammentarie, sembrano l’unico modo per far sentire la propria voce.


Votalo su: www.viewster.com


Regia: Sebastiana Etzo, Carla Etzo

Anno di produzione: 2014

Durata: 46′

Tipologia: documentario

Genere: sociale

Paese: Italia

Distributore: n.d.

Data di uscita: n.d.

Formato di ripresa: HDV, colore

Camera: Sony Z5

Sistema di montaggio: EDIUS

Formato di proiezione: DVD; Blu-ray

Titolo originale: Lost Citizens

Ambientazione: Sulcis-Iglesiente (Sardegna)

Periodo delle riprese: Ottobre 2011 – novembre 2012

Note:

Il film è stato sovvenzionato attraverso una campagna di crowdfunding sul sito Sponsume. I fondi raccolti sono serviti a coprire i costi di post-produzione.

Aggiungi commento

Capodanno all’estero, ecco i siti per risparmiare in appartamento – DGmag.it

Scritto da lunedì 17 novembre 2014 13:07 · Commenti

Capodanno ad Amsterdam, Roma, Parigi, Sardegna o Baleari? Per risparmiare la soluzione è affittare un appartamento con gli amici. Ecco come

Per Capodanno, costa meno e diverte di più. Parliamo della vacanza in appartamento con gli amici per festeggiare il nuovo anno in allegria e soprattutto libertà.

Confrontando infatti qualche pacchetto hotel con gli affitti delle case nello stesso periodo balza all’occhio la differenza. Tutto sta nel decidere dove trascorrere le proprie festività di fine anno e con chi. Per il resto, i siti dove trovare i prezzi migliori non mancano di certo.

Appartamenti per Capodanno a Montmartre su Casevacanza.it

Per un Capodanno a Parigi, appartamenti a Montmartre.

Ad esempio, per un pieno di divertimento, sicuramente sono ottime le Baleari. Se siete diretti alle isole iberiche, su Housetrip, infatti si possono trovare nel centro storico di Palma de Mallorca soluzioni da 50mq per 4 persone, dotate anche di wi-fi, a 109 euro a notte tra fine anno ed inizio 2015. Solo 90 euro a notte in tutto invece per vivere a Parigi in quegli stessi giorni, nel cuore di Montmartre, in un monolocale per 3 persone, prenotando su Casevacanza.it

Tutti in sella ad una bici per visitare invece Amsterdam prima di godersi la notte del 31 dicembre in città, fra i canali del centro. Nel quartiere degli artisti Jordaan ci sono bilocali che partono da 145 euro a notte per 4 persone su MyHomeinEurope.it.

Volete restare in Italia? I prezzi variano a seconda della vostra preferenza. Per una vacanza “easy” in Sardegna, la bassa stagione favorisce i prezzi: un Capodanno con il falò in spiaggia, dopo la cena a casa propria a due passi dal mare, a Stintino, in un appartamento da 6 posti letto costa 10 euro a notte a persona (su Only-apartments.it). Tappa al mattino al mercato di Campo de’ Fiori per preparare poi in tutta libertà il cenone se si sceglie invece Roma e le sue mille iniziative nelle piazze più importanti. La città eterna rappresenta un’ottima scelta e, su Homeway, ci sono proposte a partire da 190 euro a notte per prestigiosi appartamenti in piazza Navona fino a 8 persone (per minimo 3 notti).

L’importante, ovunque, è prenotare subito!

[foto: NBTC Netherlands Board of Tourism & Conventions / Casevacanza.it]

«Con me si fa solamente – Cooperazione

Ore 5.45. È ancora notte fonda quando arriviamo a Taverne. Dalla strada cantonale già si scorgono le vetrate illuminate a giorno della palestra Stonesport, ubicata nella zona commerciale di Taverne. Bussiamo alla porta a vetri. Subito appare il coach Antonello Atzeni che ci accoglie con un grande sorriso. Il locale è arioso ed essenziale. Un tempio dello sport. Niente fronzoli. «Le finestre grandi assicurano la luce durante il giorno e nelle ore buie bastano sei lampade». Un’attenzione verso l’ambiente che si riflette in altre scelte di vita. Antonello è vegano e animalista senza compromessi, ma tollerante. «Non spingo nessuno a seguire le mie scelte, però posso affermare che l’alimentazione vegana consapevole, soprattutto unita al consumo di frutta e verdure crude, incrementa potenza, resistenza ed energia. Da poco faccio corse in montagna, ultratrail, e l’energia non mi manca». Nella sala notiamo sbarre, kettlebell, bande TRX (create per allenarsi in maniera funzionale senza l’uso di macchine o pesi, ndr) , ultimate sandbag (sacche riempite di sabbia per la preparazione atletica. Antonello è uno dei tre master trainer europei), un grande specchio, un suolo gradevole. Nessun attrezzo con tv, wi-fi, radio o quant’altro. «Qui nessuna cuffietta è permessa». E basta assistere a una lezione per capire il perché. In sottofondo un tappeto musicale ritmato ma non invadente. Un gruppetto di quattro persone esegue il riscaldamento. Poi si passa agli esercizi programmati da Antonello. Il coach spiega, osserva e corregge. Nulla gli sfugge. «Da me si fa allenamento funzionale. Pura preparazione atletica». Una palestra, in Ticino, unica nel suo genere, dove si cura l’essenzialità del gesto sportivo. «Gran parte degli esercizi sono a corpo libero».  Antonello sa il fatto suo. 

Da paracadutista a preparatore atletico

Alle spalle una solida preparazione umana e sportiva. Nato e cresciuto nella bella Sardegna, già da bambino praticava sport. Dapprima atletica poi calcio. In seguito assolve tre anni di servizio militare. Paracadutista professionista. La passione per lo sport e il desiderio di imparare l’inglese lo portano in Inghilterra, dove consegue il diploma di preparatore atletico presso la «Strength and Conditioning Science St. Mary» a Twickenham (Londra). All’inizio del nuovo millennio approda in Ticino. Lavora e collabora in vari settori legati allo sport. Dal 2002 al 2004 milita nei ranghi del Gruppo Atletico Bellinzona, come velocista, e fa parte della selezione Ticino nella 4×100. Nel 2008 diventa istruttore di TRX, bande sospese per l’allenamento funzionale, ed è stato uno dei primi istruttori certificati a portarle in Europa. Persino il team Alinghi si rivolge a lui per allenare l’equipaggio tramite TRX.  Nella sua testa però c’è la voglia di aprire una palestra esclusivamente dedicata alla preparazione atletica e dove organizzare workshop con istruttori di fama internazionale. Nel 2008 la svolta: trova lo spazio ideale a Taverne «ho capito subito che era il locale perfetto». È la nascita

di Stonesport.  Con la collaborazione di Maja Pazur, responsabile della comunicazione e gerente della società, il progetto prende corpo. «Gli scaffali e il design interno sono stati progettati da Marco Magnani, architetto e giocatore di pallacanestro dei Tigers di Lugano. È entrato per caso in palestra cercando degli integratori. Mi ha parlato dei suoi problemi a ginocchia e caviglie. Gli ho proposto una lezione gratuita. Da allora non ha più smesso e ha portato in palestra la squadra under 23 dei Lugano Tigers, che seguo nella preparazione atletica». 

Spartan Race: campioni mondiali

I giovani cestisti luganesi non sono gli unici sportivi di punta che si allenano a Taverne. Tramite il passaparola, sempre più atleti d’élite frequentano la palestra di Antonello: Igor Nastic e Andrea Zamboni (triathlon), Branko Bancovic (calcio), Andrea di Pietro (karting), Paola Pinotti (mountain bike) e le marciatrici Laura e Marie Polli, con le quali a maggio ha partecipato alla coppa del mondo di marcia a Taicang in Cina. «Ho aspettato fino all’ultimo prima di decidere di andare in Cina, perché non volevo mancare le lezioni in palestra, così sono partito il giovedì e rientrato la domenica» ricorda il coach.  «Per me in palestra sono tutti uguali. Atleti di punta e non». La prova? Eclatante. All’inizio dell’anno ha formato una squadra di atleti dilettanti per partecipare alle Spartan Race, durissime gare con ostacoli su modello dei percorsi militari. Alla prima gara di Roma, in aprile, il Team Stonesport ha vinto. Non solo. Vera Banchini ha conquistato il terzo posto individuale. Ma non finisce qui. Il 21 settembre, a Killington (USA) la squadra di Taverne, composta da Antonello e i giovani Anna Mandl, Marko Misic, Jonas Pesciallo, Giuseppe Sciacca, si è laureata campione del mondo, battendo 273 squadre, per un totale di tremila partecipanti. Davvero una bella fiaba sportiva. 



Weekend in Sardegna: i cinque appuntamenti da non perdere – Sardegna Oggi

Sabato 15 e domenica 16 novembre, a Milis, nell’Oristanese, c’è la ventisettesima edizione della ‘Rassegna dei vini novelli di Milis’. In programma momenti culturali e percorsi enogastronomici dedicati alle degustazioni dei migliori vini. Sabato 15 il via alle 9:30 a palazzo Boyl, con una serie di convegni dedicati ai ‘Vini novelli di Sardegna e al Cannonau, alla presenza del sindaco Fabiola Putzolu e dell’assessore regionale dell’Agricoltura, Elisabetta Falchi. Nel pomeriggio, dalle 16:00 alle 18:00 a Villa Pernis, c’è il ‘Banco di degustazione dei vini Cannonau’ a cura dell’‘Associazione Italia Sommelier’. Stesso orario di inizio ma conclusione calendarizzata alle 21:00 per la ‘Degustazione dei vini novelli 2014’ nel Centro storico del paese. Dalle 20:30, nell’area espositiva del Parco San Paolo, spazio alla musica da discoteca. Domenica tre maxi-eventi in programma: dalle 10:00 alle 18:00 a Villa Pernis c’è il bis della degustazione del Cannonau, sempre a cura dell’Ais. Stesso discorso e orario per la degustazione nel Centro storico. In serata, dalle 20:30 nell’area espositiva del Parco San Paolo, c’è la ‘Silent Disco Sardegna’. Per tutte le giornate della ‘Rassegna dei vini novelli di Milis’ in programma a palazzo Boyl mostre artistiche e dedicate ai vini storici.

Tappa a Nuoro per ‘Autunno in Barbagia’, anche nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 novembre. Tante le tappe previste da ‘Cortes apertas’ che, per l’occasione, prende il nome di ‘Mastros in Nùgoro’: col Centro storico animato dagli artigiani, esposizioni e degustazioni di prodotti locali, e anche mostre di foto e quadri. Spazio anche al ‘Su Cojubiu’. Sabato tanti eventi, partenza alle 9:00 in via Ballero con ‘Sas Carrelas de sos traballos’, a cura della Provincia. Dalle 10:00 l’apertura delle cortes e butecas, e l’inaugurazione nell’ex Mercato civico di piazza Mameli della mostra ‘Le mani delle donne’. Laboratori di ricamo e riciclo di carta e plastica dedicato ai più piccoli, la degustazione di prodotti tipici biologici, le mostre di artisti contemporanei al Centro polifunzionale di via Roma e alla Casa Ciusa di via Chirotti, insieme alle letture per bambini e adulti alla Casa del Parco ‘Grazia Deledda’, integrano il ricco calendario della giornata pre-festiva ‘autunnale’ in programma a Nuoro. In serata, alle 18:00 all’ex Mercato civico c’è ‘Sonadores’, musiche tradizionali sarde eseguite dagli allievi della Scuola Civica di Musica. Stesso orario per la ‘Rassegna di Canto a Tenore’, col concerto dei Blue ‘Emotion’ al Centro polifunzionale. Alle 19:30 spazio alla ‘Cena con i piatti della tradizione e concerto’ nel Giardino Sezione Sarda della biblioteca Satta, casa Buscarini. Eventi identici anche domenica 16 novembre, con le novità, nella mattina, dell’esibizione dei ‘Tenores Janna Bentosa e lettura poesie’, a cura del gruppo ‘Nugoro eris’ e ‘Oje’, alle 10:00 nella Casa Sulis in via Mario. Ancora, dalle 11:30 alle 18:00, nel Giardino della biblioteca Satta, gli ‘Antichi giochi in cortile’, il ‘Pranzo con piatti della tradizione’ e i ‘Balli sardi con accompagnamento di organetto’. Alle 18:00, prima del bis dell’evento serale di sabato (la Cena tradizionale e musica nel Giardino della biblioteca Satta), musica protagonista all’ex Mercato civico, con ‘La Preghiera, l’Amore, la Danza nel canto popolare’, a cura del Complesso vocale di Nuoro, diretto da Franca Floris. Per l’evento ‘Su Cojubiu’ – iniziativa itinerante a ricordo delle antiche tradizioni del matrimonio barbaricio e nuorese – tanti gli eventi previsti, tutti inseriti all’interno delle ‘Cortes apertas’ nuoresi. Sabato 15, alle 19:30 nella Casa natale di Grazia Deledda, in programma ‘Serenate itineranti alla sposa’. Domenica 16, la Partenza dello sposo è alle 11:00 da via Grazia Deledda, l’arrivo del corteo nuziale alla casa della sposa è fissato per le 11:30, a mezzogiorno la partenza del corte nuziale e, un quarto d’ora più tardi, l’arrivo alla vecchia Chiesa delle Grazie. Alle 12:45 il corteo ripercorre il tragitto fino al cortile di via Ferraccio, col ‘cumbidu’ degli sposi e i canti e balli della festa. Alle 16:30, nella sede di via Sassari del gruppo folk ‘Nugoresas’, la sfilata di tutte le tipologie degli abiti indossati in occasione del matrimonio, dai capi del 1800 fino a quelli del 1980.

A Cagliari, domenica 16 novembre, Legambiente propone un’escursione alla scoperta delle aree protette e dei beni culturali dell’area metropolitana del capoluogo: dal Porto al colle di Sant’Elia, attraverso il nuovo percorso pedonale e ciclabile dal molo Ichnusa a Su Siccu, viale Diaz lato Fiera, il Lazzaretto, il sentiero che conduce alla Torre del Prezzemolo e al Forte di Sant’Ignazio, al Faro, fino a Calamosca. Per ogni partecipante prevista la consegna di materiale descrittivo sul percorso. Il ritrovo alle 8:45 al molo Ichnusa, l’arrivo a Calamosca previsto per le 12:30. L’escursione guidata è gratuita. Lo sviluppo complessivo del percorso è di circa 10 chilometri che possono essere percorsi in meno di 3 ore, fatte salve eventuali soste o rallentamenti. L’itinerario non presenta difficoltà tecniche ed è alla portata delle persone abituate a camminare. E’ consigliato l’abbigliamento da trekking.

C’è anche Tiana, paesino della provincia nuorese di 500 anime, nel weekend novembrino di ‘Autunno in Barbagia’. Titolo della manifestazione ‘Nella valle, tra colori gualchiere, antichi mulini e sapori d’autunno’. Sabato 15 novembre alle 8:30 l’escursione guidata di trekking per l’inaugurazione di un itinerario incluso nella ‘Carta turistico escursionistica’ del comune. Le cortes aprono alle 9:00, con laboratori e mostre. Dalle 10:00 alle 16:00 nel Rìo Torrei, in località Gusabu, ci sono le ‘Rappresentazioni attività creative: Sistema museale di archeologia industriale all’aperto – Le vie dell’acqua’. Dalle 10:30 alle 17:00, nel Centro storico, varie rappresentazioni di attività creative. Dalle 15:30 l’esibizione dei ‘Tenores San Gavino-Oniferi’, del coro polifonico ‘Sant’Elena di Tìana’ e i suonatori di organetto Tienesi con gli allievi della Scuola Civica di muisa ‘Unione dei Comuni Barbagia’. Domenica 16 il calendario degli eventi è identico, con l’aggiunta ‘mattutina’ della quinta edizione del ‘Percorso del Gusto’, dalle 10:00 alle 15:00 per le cortes del Centro storico.

A Fluminimaggiore, nel territorio di Carbonia-Iglesias, domenica 16 novembre c’è ‘Sant’Angelo – Un borgo in festa’. Sport, natura e cultura, a cura dell’associazione cittadina ‘Rimettiamo Radici’. Nell’ambito del progetto ‘Riprendiamoci il territorio’, in programma il raduno alle 9:00 nel piazzale di Sant’Angelo per i partecipanti alla nordic walking e alla passeggiata in mountain bike. Alle 10:00 la partenza dei ciclisti, mezz’ora più tardi quella dei camminatori. Durante la mattinata è anche possibile visitare l’antico borgo di Sant’Angelo. Alle 12:00 spazio alla di vitello, caldarroste e vino. Nel pomeriggio musica e danze folk.

Mountain Bike: Delrio campione sardo di categoria – Alguer.it

ALGHERO – Guspini ha ospitato lultima prova del Gran Prix dautunno denominato Trofeo Antimo Murgia, con la premiazione dei campioni regionali e lassegnazione delle maglie. La manifestazione di mountain bike, specialit Cross country, era organizzata dalla societ di casa, lUc Guspini. Il percorso, interamente ricavato intorno al complesso delle miniere di Montevecchio, si presentava molto impegnativo a causa delle abbondanti piogge scese nei giorni precedenti, che rendevano il fondo molto viscido e pieno di fango.

Prime a partite, come da prassi consolidata, le categorie giovanili, che lasciavano poi spazio ai Master, dove lAlghero Bike si presentava con ben sei atleti. Subito da sottolineare la grande prova del Master Sport Giovanni Mannu, che, dopo quattro giri, tagliava al traguardo con i primi assoluti e conquistava con merito la vittoria nella sua categoria. Sulla stessa distanza, grande prova di Danilo Pisoni, che otteneva il settimo posto nella Master 3. Nei tre giri, invece, un ottimo Giuliano Carta conquistava la sesta piazza nei Master 4. Sempre sui tre giri, nella Master 6, il capitano Roberto Delrio giungeva allarrivo con abbondante distacco sui suoi avversari, potendo cos coronare con questo successo la sua strepitosa stagione, conquistando il titolo di categoria. Purtroppo niente da fare per lo Junior Andrea Galluccio che si doveva ritirare al primo giro per problemi alla bici causati dalla presenza di abbondante fango nella trasmissione, e per Stefano Piras, fermatosi per un improvvisa foratura irreparabile.

La stagione agonistica 2014 termina qui, Il presidente del sodalizio Catogno Luciano ringrazia tutti i suoi atleti che in questo anno si sono distinti nelle varie manifestazioni, in prima persona il Capitano Delrio Roberto che ha conquistato la maglia di Campione Sardo e quelle nei vari trofei disputati, e tutti gli altri che ogni Domenica si sono distinti nelle varie categorie di appartenenza a volte con belle vittorie a volte con buoni piazzamenti. Da non dimenticare tutti i supporters e i familiari che ci hanno seguito in giro per tutta la Sardegna. Un arrivederci e un augurio ricco di soddisfazioni per il prossimo anno.

Nella foto: Giovanni Mannu e Roberto Delrio

Commenti

Monza Rally Show 2014 – Motoblog.it (Blog)

Robert Kubica e Alessandra Benedetti ce l’hanno fatta! Al loro esordio a Monza hanno vinto il Monster Energy Monza Rally Show, distanziando i secondi arrivati, Valentino Rossi e Carlo Cassina, di soli 12”5, dopo un fantastico testa a testa che si è protratto per tutte le nove prove speciali in programma. Entrambi gli equipaggi hanno corso su Ford Fiesta WRC 1.6. A completare il podio il terzo, meritatissimo posto dei fratelli Stefano e Linda d’Aste, su Citroen DS3 WRC 1.6, a 1’08”5 dai vincitori.

Nel Monza Historic Rally Show primo l’equipaggio “Pedro” – Baldaccini su Lancia 037, seguito a 12”0 da Da Zanche – Vezzoli su Porsche 911 RSR e, a 20”4, da Riolo – Floris su Audi 4. Nel pomeriggio è la volta dell’attesa esibizione di Lewis Hamilton e poi contendersi sul filo di lana l’ambitissima vittoria del Masters’ Show.


  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014

La cronaca di sabato

La seconda tappa del Monza Rally Show ha regalato ancora molte emozioni alle migliaia di appassionati che hanno varcato i cancelli dell’autodromo brianzolo. Il pilota Robert Kubica, navigato da Alessandra Benedetti sulla Ford Fiesta Wrc 1600 dell’A-Style Team si è confermato grande protagonista del rally in circuito grazie a tempi strepitosi e ad un successo di prova, l’ultima, che hanno permesso al driver polacco di tenere testa a Valentino Rossi, leader di gara dopo sette stage ma con soli 7”2 di vantaggio.

A giocare a sfavore di Kubica-Benedetti, in gara con i colori della Scuderia VS Corse, c’è stato anche il meteo che evolvendo verso l’asciutto, ha permesso di evidenziare anche i potenziali maggiori delle vetture ufficiali affidate agli avversari.

La cronaca del venerdì

E’ iniziato col piede giusto il Monza Rally Show dell’A-Style Team che dopo il Day1 è al comando della gara grazie a Robert Kubica ed Alessandra Benedetti che hanno vinto le prime due prove speciali in programma venerdì 28 novembre.

Di fronte ad un numeroso pubblico, il pilota polacco ha dato sfoggio delle sue incredibili capacità di guida mettendosi alle spalle Valentino Rossi, Stefano D’Aste, Ken Block, Piero Longhi e tutti gli altri indiziati per la vittoria finale.

“Sono contento – ha detto a fine serata Kubica – perché è un buon avvio ma credo che con l’asfalto asciutto gli altri saranno più veloci; il mio scopo qui è quello di divertirmi e ci sto riuscendo grazie anche a tutta la squadra che mi sta assecondando.”

  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014
  • Monza Rally Show 2014Monza Rally Show 2014

Proprio la pioggia ha caratterizzato le prime due prove livellando le prestazioni delle vetture e mettendo in risalto le capacità di guida dei piloti. Buon inizio anche per Mirko Puricelli-Loris Palà (17°) e Mario Coroni-Gilberto Calleri (21°) che su vetture analoghe hanno badato a non compromettere la loro gara sul fondo viscido più che ad attaccare. Bontempelli-Barla, al debutto in R5 sono 4° di classe e 24° assoluti: “la vettura scivolava molto in Ps1” ha detto il pilota lombardo comunque soddisfatto del suo inizio che lo vede protagonista in un raggruppamento farcito di campioni.

Avvio prudente per Marangoni-Mazzocchi, alla prima volta in S2000, sempre su Fiesta: “iniziamo a conoscere la vettura- hanno detto i due piemontesi- e poi proveremo ad abbassare i tempi.” Tortone-Tortone, su Subaru Impreza S14 TamAuto, sono rimasi attardati a seguito di un dritto che non ha avuto conseguenze se non cronometriche. “Questa è la conferma alle mie dichiarazioni pregara- dice Fabio Butti, team principal della squadra-quando ho dichiarato di avere nel team il pilota migliore; se siamo davanti è soprattutto grazie alla grande capacità di Robert: i nostri meccanici e tecnici stanno lavorando in modo superlativo ma non dobbiamo dimenticare che siamo una squadra privata. Per noi è una soddisfazione enorme!”

La presentazione del Monza Rally Show 2014

Ormai delineato il lotto definitivo degli equipaggi iscritti al Monster Energy Monza Rally Show 2014, il parterre dell’evento si arricchisce con un fuori programma. Il pilota del team di Formula 1 Mercedes AMG PETRONAS Lewis Hamilton, neo campione mondiale, è stato invitato da Monster Energy a presenziare al Monster Energy Monza Rally Show e a compiere alcuni giri di esibizione nella giornata di domenica durante lo svolgimento della manifestazione. Il pilota britannico avrà così modo di incontrare nuovamente l’icona dell’automotive statunitense Ken Block, insieme al quale ha già dato spettacolo quest’anno al Global Rallycross Barbados.

L’elenco dei partenti, già pieno di campioni famosi si arricchisce di un ulteriore importante nome, quello dello statunitense Kurt Busch. Famosissimo oltre oceano così come tra i numerosissimi appassionati del Campionato NASCAR che anche in Europa seguono queste competizioni, il 36enne pilota nativo di Las Vegas correrà per il team Monster Stars alla guida di una Ford Fiesta WRC.

Tra gli innumerevoli risultati della sua più che ventennale carriera, vanno almeno ricordate 507 gare corse nelle NASCAR Sprint Cup Series (con 25 vittorie, la prima nel 2002 e l’ultima nel 2014), 30 gare delle NASCAR nationwide Series (con un totale di 5 vittorie), 28 gare disputate nelle NASCAR Camping World Truck Series (4 vinte) ed una partecipazione Year 2014.

Con Kurt Busch sono ormai quasi del tutto definiti gli elenchi degli iscritti al Monster Energy Monza Rally Show in programma i prossimi 28-29-30 novembre all’Autodromo Nazionale Monza. Oltre ai già annunciati Valentino Rossi/Carlo Cassina, Ken Block/Alex Gelsomino, Tony Cairoli/Matteo Romano, Paolo Andreucci/Anna Andreussi, scenderanno in pista molti altri personaggi di rilievo a contendersi le ambitissime posizioni sul podio finale.

Il campione polacco Robert Kubica su Ford Fiesta WRC è stato annunciato ufficialmente tra gli iscritti al Monster Energy Monza Rally Show che prenderà il via venerdì 28 novembre 2014 per concludersi nel pomeriggio di domenica 30 con la spettacolare prova-esibizione del Masters’ Show.

Un Rally il cui elenco ufficiale dei concorrenti è costellato di grandissimi nomi non può fare a meno di un altrettanto eccezionale lotto di apripista. Ecco quindi schierati, al volante di favolose vetture, nomi quali Ivan Capelli, Presidente dell’Automobile Club Milano, pilota di Formula 1 e commentatore RAI – Steve “Baggsy” Biagioni, drift driver inglese che ha vinto il British Drift Championship 2009 – Graziano Rossi, noto pilota motociclista negli anni ’70 e ’80 e padre di Valentino – Marco Coldani, pilota Gran Turismo, in coppia con l’avvocato milanese Pietro Meda, con il quale divide anche l’appartenenza al Consiglio d’Amministrazione dell’Automobile Club Milano.

Ken Block al Rally di Monza 2014

Inoltre ricordiamo Gigi Galli su Ford Fiesta, l’italiano volante che detiene il record del salto più lungo, ben 54 metri, effettuato al Rally di Finlandia nel 2005, record tuttora condiviso con Tommi Makinen; Galli è in coppia con la giovanissima Tamara Molinaro, stella nascente dei programmi rallistici della Red Bull. Altri equipaggi titolati sono quelli formati da Piero Longhi e Luca Cassol, che a Monza hanno sempre ben figurato, Alessandro Perico, in coppia con Moreno Morello, altro volto ben noto al pubblico televisivo e veterano del Monza Rally Show, Marco Bonanomi ed il suo navigatore Biagio Maglienti, quest’ultimo noto giornalista e commentatore F.1 di Sky Sport.

In totale sono 24 le vetture di classe WRC schierate, 13 di classe 1.6 e 11 di classe 2.0. Tra tutte vanno almeno ricordate ancora quelle dei fratelli Stefano e Linda D’Aste e quella di Pierfranco Uzzeni e Danilo Fappani, tutti espertissimi del Rally Monzese e grandi conoscitori della pista. Tra i concorrenti di classe R5 il già ricordato binomio Andreucci/Andreussi con la loro Peugeot 208, al fianco di Tobia Cavallini e Andrea Rossetto su Ford Fiesta e della collaudatissima coppia formata da Felice Re e Mara Bariani su Citroen DS3. Su Citroen DS3 da segnalare anche la presenza di Luca Rossetti.

La classe R3C, a totale appannaggio delle Renault Clio, vedrà schierati fra gli altri Luca Bottarelli, punta di diamante del rallismo italiano targato ACI/CSAI ed anche l’esordiente Romano Fenati, che ha appena concluso in 5° posizione il Campionato Moto 3, con 4 vittorie al suo attivo. Naturalmente anch’egli spera di potersi esprimere su grandi livelli, come hanno già fatto altri suoi colleghi delle due ruote, a partire da Valentino Rossi, Marco Simoncelli, Andrea Dovizioso ed altri ancora. Un’ultima segnalazione per Andrea Crugnola e Gabriele Cogni: i due giovanissimi piloti porteranno all’esordio in gara la nuovissima Renault Clio di classe R3T, ultima nata della Casa francese.

Monza Rally Show 2014 – Il programma

Confermata, anche quest’anno, la presenza di Valentino Rossi al Monza Rally Show, che potrebbe – secondo i rumors di questi giorni – correre in coppia con Lewis Hamilton. Con il campione di Tavullia anche altri numerosi campioni delle quattro e delle due ruote – da Tony Cairoli a Ken Block -, oltre naturalmente agli specialisti di rally italiani e stranieri.

Anche quest’anno è prevista la “Grid Exhibition”, che avrà luogo prima della partenza della PS 1 di venerdì 23 novembre alle 15.33, con le vetture che saranno posizionate nella corsia box ed allineate in ordine di partenza, dopo le prove del giovedì. Venerdì, dopo la Grid Exhibition, prime prove speciali dalle 16, mentre sabato le prove speciali inizieranno con le auto storiche alle 8.10 di mattina, proseguendo poi fino alle 19.

Venerdì, dunque, ci sarà il via ufficiale, mentre la tre-giorni si concluderà domenica 30 novembre con le ultime speciali dalle 8.10 di mattina e la sfida del Masters’ Show alle 13.30. Un appuntamento attesissimo dagli appassionati delle due e delle quattro ruote, un momento per vedere da vicino i campionissimi alla prova di un tipo di gara cui non sono abituati.

Giovedì l’ingresso alle prove sarà gratuito, mentre venerdì il biglietto costa 10 euro, sabato e domenica rispettivamente 20 euro (14 il ridotto), con ingresso gratuito per i bambini fino a 11 anni.

Aree Esibizioni

L’Exhibition Area è una delle maggiori attrazioni del Rally grazie anche al palco centrale di VIRGIN RADIO dove si alternano momenti di animazione con interviste ai piloti e il coinvolgimento del pubblico che accorre numeroso all’interno dell’Area. Quest’anno le Aziende presenti saranno:

MAGNETI MARELLI: con la fantastica PUMP TRACK, pista per mountain bike costituita da dossi e sopraelevate, e in più tre simulatori Rally by RBR Word e due di Formula 1, prestigiosa esposizione di vetture che hanno fatto la storia del rally: una Lancia Delta S4, una Lancia Delta Martini, la monoposto di Formula 1 Toro Rosso, la moto KTM del Campione del Mondo di Tony Cairoli.

MONSTER e FONDAZIONE SIMONCELLI: la Fondazione Marco Simoncelli sarà presente con lo stand ufficiale e con il suo team di volontari, rivolgendosi ai quali si potranno ottenere tutte le informazioni riguardanti la Fondazione stessa. Vi sarà inoltre la possibilità di iscriversi ed aderire alle iniziative per la raccolta fondi destinati alla realizzazione di “Casa Marco”, un centro d’accoglienza per ragazzi disabili e portatori di disabilità.

ENI: sarà in esposizione l’Aprilia Campione del Mondo Superbike 2014 di Sylvain Guintoli e sarà possibile acquistare a prezzo speciale Monza Rally Show, i lubrificanti Eni i-Ride Aprilia Racing 10W-60 e Eni i-Ride Aprilia Racing 5W-40.

LELE FOREVER: 16° MEMORIAL LELE – E’ lo stand dell’associazione di beneficienza a sostegno di progetti per la lotta contro la leucemia, con proiezione di fotografie del Rally, vendita del libro “Un Rally a Monza”, estrazione della lotteria sociale e proiezione di un filmato riguardante il Monza Power Run.

MERI KITS: è un’azienda specializzata nella riproduzione di automodelli in scala, partner storico del Monza Rally Show.

SPARCO: leader mondiale nell’abbigliamento, esporrà le novità 2015.

VR|46: merchandising ufficiale di Valentino Rossi

F2 ITALIAN FORMULA TROPHY (Fix Design): presentazione del Calendario 2015 del Campionato Italian Formula Trophy.

GOPRO: GoPro è un marchio che rappresenta videocamere/fotocamere “indossabili” resistenti all’acqua e agli urti, considerate parte della fotografia d’avventura!

MIRTO’: un brand tutto sardo, promuove le eccellenze enogastronomiche di Sardegna nel resto del mondo. Il suo braccio operativo, la Mirtò Management, ne gestisce le attività di marketing territoriale curando direttamente presenza e commercializzazione dei “Prodotti Amici” tramite il proprio “Mirtò Store” in occasione di prestigiosi eventi motoristici sia in Italia che all’estero.

FOX ADRENALINIC: il meglio degli Action Sports a sostegno della sicurezza stradale! In onda su FOX SPORTS 2 HD, dedicherà un servizio all’atteso evento sposando un’innovativa campagna sociale sulla sicurezza stradale, proprio nel tempio della velocità. Le offerte libere raccolte sosterranno i progetti benefici di AISS – Guido per Vivere Onlus, che all’Autodromo di Monza e successivamente in occasione del Motorshow di Bologna, lancerà anche una campagna virale in stile #icebucketchallenge: lo #stripteasechallenge, con i “famosi” a simulare questa volta uno spogliarello in cui slacciare qualsiasi indumento, tranne ovviamente #casco e #cinturadisicurezza.

PISTA MONZA RALLY SHOW 2015: presentazione tracciato del Master Show 2015. Sarà allestita anche una pista elettrica dove saranno possibili sfide tra amici sul nuovo tracciato del Monza Rally Show 2015.

Gallery Monza Rally Show 2013

  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013
  • Monza Rally Show 2013Monza Rally Show 2013